Mancano ancora 147 milioni di dollari al truffatore Bitcoin, CFTC prevede di procedere senza di lui

L’uomo, che tre anni fa gestiva una società di investimento in valuta digitale, è andato a nascondersi dopo una presunta truffa alla Bitcoin, che ha rastrellato in modo significativo migliaia di criptovalute appartenenti agli investitori. Da allora, la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) statunitense non è riuscita a localizzarlo. Pertanto, sta pianificando di risolvere la questione in sospeso senza di lui.

Oltre 20.000 truffatori Bitcoin sono scomparsi dal 2017

Nel 2017 l’uomo in questione, Benjamin Reynolds, gestiva nel Regno Unito una società di investimento in valuta digitale, denominata Control-Finance. Analogamente ad altre truffe Bitcoin Code, Control-Finance aveva attirato investitori con la promessa di un alto rendimento, precisamente il 45% per il loro investimento, a seguito della denuncia di CFTC.

La società d’investimento doveva negoziare le valute digitali per conto degli investitori; tuttavia, questo non è mai avvenuto. L’imputato non ha scambiato alcuna valuta digitale per loro conto; di conseguenza, non sono stati realizzati profitti per gli investitori. Come ha osservato CFTC, gli investitori sono stati convinti e attratti da falsi rapporti di trading settimanali.

CFTC prevede di procedere con Reynolds

Più tardi, nel settembre dello stesso anno, la presunta società d’investimento cripto è stata abbandonata, compresi i suoi conti sui social media. Reynolds informò le vittime che le loro valute criptate erano sicure e che sarebbero state rimborsate di conseguenza. Tuttavia, tali fondi non sono stati restituiti agli investitori, come da rapporto.

Con oltre 1.000 investitori, Reynolds ha raccolto circa 22.859 BTC nella truffa della Bitcoin, nonostante l’attività sia durata solo per circa quattro mesi (da maggio a settembre). Pertanto, non essendo in grado di individuare il truffatore della Bitcoin, il CFTC sta cercando di procedere con la questione e ha presentato un ricorso alla Corte del Distretto Sud di New York.

CFTC sta cercando di presentare una mozione per una sentenza contumaciale entro il 20 agosto, contro il proprietario mancante di Control-Finance. Uno dei partner di BakerHostetler negli Stati Uniti, Marc Powers, ha commentato nel rapporto.

Nella mozione, è probabile che CFTC chiederà una sentenza per l’intero importo della presunta frode – 147 milioni di dollari più gli interessi dal 2017, più una certa quantità di penalità.

Nessuna caccia all’uomo internazionale, ma una volta che il CFTC otterrà una sentenza in contumacia, potrà perseguire tutti i beni disponibili (specialmente quelli negli Stati Uniti) per soddisfare le sentenze, Rebecca Rettig, partner dello studio legale statunitense FisherBroyles.

Share